mercoledì 18 luglio 2012

Recensione: Il domani che verrà.

Titolo: Il domani che verrà
Titolo originale: Tomorrow, where the war began
Autore: John Marsden
Casa Editrice: Fazi
Pagine: 251
Prezzo: €14.90
Data di pubblicazione: 16 settembre 2011

Da qualche parte, là fuori, Ellie e i suoi amici si stanno nascondendo. Sono sotto shock, terrorizzati, soli. Non hanno armi, solo il loro coraggio. Non possono contare su nessuno, solo su se stessi. Non gli rimane più nulla, solo la loro amicizia. Il loro paese è stato invaso. Le loro famiglie sono state impriogionate. Otto ragazzi sfideranno l’inferno per riconquistare il loro futuro.
 Sullo sfondo di un avveniristico scenario da Terza Guerra Mondiale, i giovani protagonisti esplorano la natura della paura e della violenza e scoprono il coraggio di lottare per il loro futuro.

RECENSIONE.
Seconda recensione di questo romanzo, la prima è stata fatta da Giav tempo addietro (potete trovarla qui) e ora ecco la mia. "Il domani che verrà" è il primo romanzo de "The Tomorrow Series", a cui ne seguiranno altre sei, per un totale di sette racconti.
Protagonisti di questo libro sono otto giovani ragazzi australiani che decidono di passare una settimana diversa dal solito prima che la scuola ricominci, così organizzano un campeggio all'Inferno, una radura isolata in mezzo ai boschi. Durante questa settimana questi sette ragazzi (a cui poi se ne aggiungerà un ottavo, il geniale e stravagante Chris) si conosceranno meglio e in questo modo noi impariamo a conoscere questi giovani: abbiamo Ellie, voce narrante e ragazza intelligente ed estremamente razionale; Corrie, sua migliore amica; Kevin, fidanzato di quest'ultima; Homer, il mezzo delinquente migliore amico di Ellie; Robyn, la ragazza gentile ed educata; Lee, il taciturno ma allo stesso tempo deciso e Fi, la perfetta e bellissima ragazza di buona famiglia che mangia solo cibo biologico.
Una combriccola decisamente strana ma molto affiatata e nella quale, inaspettatamente, nascono forti amicizie e nuovi amori. La settimana finisce e ognuno è pronto a tornare alla propria casa, alla propria vita. Certo non si aspettano che durante la fiera cittadina l'Australia sia stata invasa e che loro siano fra i pochi ad essere liberi e non rinchiusi. I ragazzi inizialmente non sanno cosa fare, dopotutto vanno ancora al liceo e non sono addestrati per combattere, ma le possibilità sono solo due: nascondersi in attesa che tutto finisca o fare qualcosa. La scelta non è facile, ma alla fine optano per la seconda: combattere.
Il romanzo non è molto lungo e l'autore fa sorgere in ogni capitolo nuovi dubbi o azione, quindi si legge velocemente. La storia insegna la forza dell'amicizia e sull'amore per la propria famiglia e per la propria terra, ma soprattutto per il futuro di tutti.
"Preparatevi a lottare per il futuro."
I personaggi sono ben descritti e sinceramente devo dire che Ellie non è decisamente il mio personaggio preferito. Voglio dire: c'è la guerra, soldati ovunque, i tuoi genitori sono rinchiusi e non hai idea se sono vivi o morti e la cosa di cui più ti preoccupi sono le sue scelte amorose? Assurdo. Il personaggio che più mi è piaciuto è Homer, perchè dalla sua prima apparizione nel romanzo all'ultima si nota il suo grande cambiamento, decisamente positivo. Anche Fi e Robyn mi sono piaciute. Ho trovato però che personaggi come Corrie, Kevin e Chris siano stati poco approfonditi e mi sarebbe piaciuto conoscerli di più.
Il romanzo è un buon miscuglio di riflessione e azione, la scrittura è scorrevole e abbastanza coinvolgente.
Voto: 7+

1 commento:

  1. Io ho visto il film e mi è piaciuto molto, ma non sono molto sicura sul fatto di leggere il libro!Visti i tempi delle case editrici italiane dovremmo aspettare tantissimo per i seguiti!!

    RispondiElimina

Ciao! Se ti va di lasciare un commento, mi farebbe molto piacere :)